La terza regola: Come evitare truffe o fregature se cerchi una stanza in affitto a Monza

By | 23 aprile 2015

la terza regola per evitare fregature se cerchi una stanza a MonzaQuando ti informi sul costo di una stanza o di un appartamento in affitto a Monza troverai molto spesso la dicitura canone di locazione di X euro più le spese

 

Queste spese indicano sempre se hai davanti un proprietario onesto che vuole farsi rimborsare giustamente quello che realmente spende oppure un proprietario disonesto che cerca di farci la cresta.

Anzitutto vediamo cosa sono queste spese e come vengono conteggiate. Prendiamo in esame due casi specifici.

Se cerchi un appartamento in affitto a Monza

Le spese condominiali sono le spese di gestione del condominio e se gli impianti cono centralizzati nelle spese saranno conteggiati anche le spese del gas per il riscaldamento e dell’acqua (che di solito si paga a persone). Per gli appartamenti termoautonomi invece dovrai intestarti tutte le utenze e dovrai pagare solo le spese inerenti alla gestione del condominio.

SOLUZIONE PER NON FARTI FREGARE

Se cerchi casa in affitto e ti stai affidando a un agente immobiliare fallo lavorare!

Gli agenti immobiliari non sono dei custodi che hanno il solo compito di aprirti la casa che vuoi vedere con le chiavi e dirti: “questa è la cucina, questo è il bagno, qui c’è un balcone”.

Sono anche professionisti (la maggior parte) che affittano decine e decine di appartamenti all’anno e quindi si presume che ne sanno molto più di te. Quindi quando l’agente immobiliare ti dice: “Sono 500 € più 200 € di spese” cerca di capire cosa intende per spese e quali sono le spese che rimangono fuori da questo calcolo.

Inoltre è tuo diritto chiedere un consuntivo e un preventivo delle spese condominiali per controllare che quel 200 € sia giustificato.

Se cerchi una stanza in affitto a Monza da un proprietario o da un inquilino

Di solito ti chiedono un rimborso spese forfettario considerando tutti i consumi (elettricità, luce e gas e magari internet) più le spese condominiali.

A differenza dell’intero appartamento in affitto qui non potrai intestarti nessuna utenza e quindi si presuppone che tu debba pagare a parte un forfait per compensare le spese in più che il proprietario o l’inquilino deve sostenere per avere una persona in più che vive insieme a lui.

ECCO LA SOLUZIONE PER NON FARTI FREGARE

Non devi fare altro che richiedere al proprietario il consuntivo delle spese condominiali dell’anno precedente e verificare l’importo pagato in un anno relativo a quell’appartamento. Questo per quanto riguarda le spese condominiali.

Per quanto riguarda invece tutti i consumi chiedi al proprietario o all’inquilino le ultime bollette che ha pagato. Se in totale tra elettricità e gas spende 200 € al mese non dovrebbe farti pagari più di 100 €.

Se ti chiede oltre la metà ti sta proprio fregando alla grande.

Se non collabora e ti dice che sono affari suoi quello che spende e se non ti va bene puoi cercare da un’altra parte tu puoi fare una cosa: cerca da un’altra parte!

 

Troppo mal di testa a guardare tutte ste carte? Vuoi pensare solo a fare il tuo lavoro o a studiare senza passare ore a fare conti e guardare carte per non farti fregare?

Prenota una stanza da StanzaMonza:

  1. Nessun conguaglio

  2. Nessun aumento di canoni o conguagli spese per consumi imprevisti

  3. Nessuna sorpresa

  4. Un solo unico canone tutto incluso per la tua stanza arredata chiavi in mano.

Se cerchi una stanza singola in affitto a Monza e vuoi evitare fregature rivolgiti a StanzaMonza e verifica se abbiamo una stanza libera che fa per te.

Clicca qui per contattarci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *