I cinesi hanno perso soldi perché non sapevano la lingua. Se sei uno studente italiano e cerchi una stanza in affitto che scusa hai per farti fregare con contratti in nero?

By | 6 marzo 2015

studenti in cerca di una stanza truffatiNon smetterò mai di avvisare gli studenti e lavoratori fuori sede che cercano una stanza a Monza di stare molto attenti.

 

 

Scusa per il titolo dell’articolo ma se queste cose succedono a studenti di Perugia (anche se stranieri) possono benissimo succedere anche a Monza.

Un cantinaio di studenti cinesi sono stati truffati da un agente immobiliare di Perugia.

Pare che quest’ultimo avesse in gestione degli appartamenti ed è riuscito a farsi pagare da circa un centinaio di studenti cinesi mensilità anticipate fino a 8 mesi.

Non so se riesci a farti due conti ma se fai le dovute somme e moltiplicazioni ti accorgerai che stiamo parlano di oltre centomila euro in totale.

Una cifra esorbitante soprattutto se consideri che tutto è stato fatto senza registrare un bel niente.

Si hai capito bene, nessuno di questi cento contratti è stato opportunamente registrato all’agenzia delle entrate.

La magistratura sta ancora indagando e ancora non si sa ad esempio se i proprietari degli immobili erano al corrente e quindi si sono smezzati la cifra con l’agente immobiliare oppure se erano completamente all’oscuro. Non sta a me sostituirmi alle forze dell’ordine.

Questi studenti cinesi, dopo essersi traferiti in una delle più belle (e soprattutto dolci se ti piace il cioccolato) città d’Italia per apprenderne lingua e cultura per un progetto dell’Università di Perugia hanno capito subito che razza di paese è l’Italia.

Gli studenti si sono infatti ritrovati in stanze microscopiche con brandine e letti a castello e oltre al danno la beffa in quanto sono stati obbligati a pagare anche delle bollette arretrate non pagate di precedenti affitti. Sono stati obbligati a farlo perché c’era il forte rischio di ritrovarsi senza luce o gas.

Per fortuna internet e i social hanno fatto il loro dovere e gli studenti cinesi si sono uniti e hanno querelato il presunto professionista e la cosa è venuta alla luce.

Se vuoi approfondire puoi leggere l’articolo del giornale dell’Umbria: lo trovi a questo link

In generale in Italia solo uno studente su quattro ha un contratto di affitto regolarmente registrato.

Il 76% degli studenti fuori sede infatti accettano e sottoscrivono dei contratti in nero.

Se anche tu in questo momento vivi in un appartamento in affitto senza contratto sai già che non sei tutelato in nessun modo.

Riporto questo fatto anche se lontano perché la Lombardia ha l’onore di avere la medaglia nera degli affitti in nero a studenti. In Lombardia infatti i contratti di affitto in nero si calcola che nel 2014 siano aumentati del 7% rispetto all’anno precedente.

StanzaMonza va in controtendenza e registra tutti i suoi contratti di affitto, non importa se devi alloggiare in uno dei nostri appartamenti per qualche mese o per più di un anno.

In ogni caso, hai sempre il tuo contratto registrato.

Forse sei uno di quelli che pensano di essere più furbo degli altri e stai pensando che se stai in un appartamento in affitto in nero puoi risparmiare qualche euro per la registrazione del contratto e magari il proprietario ti fa un pò di meno perché non deve pagarci le tasse.

In questo caso caro furbetto ho un paio di notizie per te:

  1. Se hai lasciato cauzioni o mensilità anticipate sappi che le hai buttate nel cesso, nel 99% dei casi non rivedrai mai più quei soldi

  2. Il proprietario può permettersi di cambiarti la serratura e sbatterti fuori a calci quando vuole. Si lo so che poi dopo puoi querelarlo ma intanto sei in mezzo alla strada con una scatola di cartone con la tua roba (se hai avuto il tempo di portartela via ovviamente), la giustizia non è così veloce e non è detto che tu possa dimostrare che hai veramente alloggiato nel suo appartamento.

  3. Non puoi eleggere domicilio o residenza nell’alloggio e quindi scordati pure le varie agevolazioni del comune di Monza come ad esempio il pass per il parcheggio nelle aree residenti (i parcheggi con le strisce gialle per intenderci)

Anche se ti affidi a un professionista come un agente immobiliare quindi devi sempre tenere gli occhi aperti e assicurati che:

  1. Il contratto sia sempre registrato

  2. Quando firmi il contratto esigi che sia presente anche il proprietario (se non c’è perché l’agente ti dice di averli in gestione verifica il suo mandato che lo autorizza a gestire e prendere gli affitti per conto del proprietario)

  3. Se lasci assegni intestali alla proprietà e non all’agente immobiliare, se devi dare dei contanti dalli solo ed esclusivamente al proprietario

Se io sapessi scrivere in cinese e se i cento studenti cinesi avessero letto questo articolo ora non avrebbero perso centinaia di migliaia di euro.

Tu invece che sei uno studente universitario che sta cercando una stanza in affitto a Monza hai avuto la fortuna di trovare e leggere questo articolo sei molto fortunato perché ti ho dato ottimi consigli per evitare le peggiori fregature e hai la possibilità di diventare un inquilino di StanzaMonza.

Ti comunico che il nostro appartamento in via Giusti, pur non essendo ancora terminato (sarà pronto per metà marzo) è già occupato per metà e probabilmente verrà affittata un’altra stanza entro pochi giorni.

Il nostro prossimo appartamento verrà pronto per settembre, se hai bisogno di una stanza prima di quella data assicurati di prenotarla in fretta.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *